Smog, come si combatte nel mondo

Non è solo un dibattito aperto in Italia. In tutto il mondo si discute come combattere nel modo più efficace possibile l’inquinamento da traffico. Ecco come si difendono alcune città europee e del mondo.
Londra: la capitale britannica ha un’arma in più contro lo smog: i suoi parchi costituiscono infatti un’immensa riserva di ossigeno nonostante l’alto livello di inquinamento. Ma il governo non se ne sta con le mani in mano: sono previsti incentivi fiscali per chi riconverte l’auto.
Parigi: la capitale francese ha dalla sua l’habitat naturale per difendersi dalle polveri inquinanti: il clima caratterizzato da piogge e venti aiuta infatti a ripulire l’aria della città. Ma stanno dando manforte anche i provvedimenti di restrizione del traffico, con l’introduzione delle isole pedonali.
Vienna: Tutti i 550 bus della città funzionano a gpl.
Mosca: livelli di inquinanti altissimi, ma la capitale russa gode del beneficio dei venti polari che spesso tamponano una situazione al limite.
Toronto: in Canada, per far scendere i livelli di smog, è buona abitudine decretare periodicamente il blocco delle auto.
Los Angeles: in California, la legge antinquinamento prevede accanto ai veicoli elettrici incentivi per quelli a Gpl e a metano.
Tokyo: tutti i taxi della capitale giapponese hanno l’obbligo di andare a gas.
Taiwan: le compagnie automobilistiche stanno convertendo i veicoli a gas. Già trasformati 10mila taxi.

Lascia un commento