Agenzia mondiale per l'ambiente

E’ tradizione, nel giorno di Pasquetta, e il tuffo nel verde è anche l’occasione per ripensare ai tanti allarmi sull’ambiente, alle tante organizzazioni che se ne occupano, alle tante conferenze che cercano invano di stabilire limiti e regolamenti.Secondo alcuni ricercatori un vero e proprio caos, che ha tra l’altro l’effetto di disorientare l’opinione pubblica e di rendere meno efficaci i messaggi.Di qui la proposta alle Nazioni Unite, che stanno organizzando per agosto a Johannesburg l’ennesimo summit.Facciamo ordine, creiamo un’unica agenzia internazionale, sul modello della World Trade Organization, con poteri reali di indirizzo e di sanzione.I ricercatori non si nascondono le difficoltà, riconoscono che i singoli stati non vedono di buon occhio una limitazione dei propri poteri a vantaggio di un organismo sovranazionale.Ma – fanno notare – siamo nell’era della globalizzazione.E che cosa c’è di più globale del riscaldamento del pianeta?

Lascia un commento