Evviva gli alberi spazzini

Secondo l’Istituto di Biometeorologia del CNR di Firenze che sta portando avanti degli studi sul miglioramento della qualità dell’aria, l’interazione delle piante con l’atmosfera ostacola fortemente l’inquinamento atmosferico, termico e chimico. Non solo utilità sociale ed estetica quella delle piante, quindi, ma anche e soprattutto efficacia quasi “terapeutica” e proprio a portata di mano! Alberi in qualche modo “spazzini” veglierebbero sulla salute dei cittadini, ma soprattutto è importante un’accurata selezione delle piante da inserire nei progetti di pianificazione delle città. I composti volatili dagli alberi, ovvero quelle sostanze odorose rilasciate per attrarre o per difendersi dagli insetti, in un ambiente urbanizzato reagiscono con i diffusi agenti inquinanti concorrendo alla formazione di gas nocivi, è quindi necessario scegliere le apposite piante da introdurre in un determinato ambiente.

Lascia un commento

Prossimo articolo