Plastica biodegradabile

I ricercatori dell’Istituto di Chimica e Tecnologia dei Polimeri del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pozzuoli stanno ultimando la messa a punto di nuove materie plastiche biodegradabili che saranno in grado di risolvere il problema delle attuali sostanze chimiche utilizzate in agricoltura per la pacciamatura dei terreni. Il problema riguarda un’estesa area del suolo coltivato nel nostro Paese. Si tratta di ‘sostanze in grado di rispettare le esigenze microclimatiche delle piante e le regole dell’agronomia’ – asserisce il coordinatore della ricerca in atto, Mario Malinconico, ma non solo: questa plastica risulterebbe molto resistente e di lunga durata. Queste nuove materie plastiche biodegradabili avranno il pregio di poter essere smaltite direttamente sui campi coltivati senza il rilascio di sostanze dannose.I primi risultati ottenuti sono incoraggianti. La messa a punto definitiva di queste nuove sofisticate materie dovrà essere ultimata entro il 2005, anno in cui l’Unione Europea metterà al bando gli attuali prodotti chimici.

Lascia un commento