L'Europa punta su Kyoto

Energie rinnovabili, risparmio, maggiore efficienza degli apparati energetici e immediata attivazione della “borsa delle emissioni” prevista dal protocollo di Kyoto per favorire la riduzione globale dei gas serra. E’ tutta verde la ricetta approvata dai ministri dell’Ambiente e dell’energia, a conclusione del vertice di Montecatini. Obiettivo: conciliare il crescente fabbisogno energetico e tutelare l’ambiente. […]

Voluto dalla presidenza di turno italiana, il vertice si è svolto in un momento cruciale: da un lato, l’inasprimento del cambiamento climatico; dall’altro, lo stallo del Protocollo di Kyoto (l’accordo internazionale per la riduzione dei gas serra) a cui manca solo l’adesione della Russia per diventare operativo. “Il vertice rappresentava una sfida e un rischio – dicono i ministri dell’Ambiente Altero Matteoli e delle Attività produttive Antonio Marzano -. Tuttavia abbiamo avuto successo, trovando l’accordo di alcune linee che ci permetteranno di far fronte alla crescita di domanda energetica, senza aumentare le emissioni di gas serra, anzi riducendole”. […]

Margot Wallstrom, commissaria Ue all’ambiente, in occasione del vertice ha dichiarato: “Certo, la non partecipazione degli Usa all’accordo rimane un problema. Ma siamo fiduciosi di essere vicini al traguardo. La Russia dovrebbe ratificare l’accordo entro l’anno, facendoci raggiungere la quota necessaria a renderlo operativo”.

Lascia un commento