WWF, torna la "Giornata Oasi"

La Giornata Oasi, che quest’anno si celebrerà domenica 2 maggio, è l’appuntamento per tutti coloro che desiderano, almeno per un giorno, immergersi nella natura incontaminata, ammirare paesaggi selvaggi e protetti da degrado e aggressioni, condividendo il valore del rispetto e della conservazione dell’ambiente. Il 2 maggio si apriranno gratuitamente 100 Oasi WWF in tutte le regioni italiane per dare la possibilità a tutti di scoprire l’incredibile bellezza e varietà di flora e di fauna a due passi dalle nostre città.

Le oasi sono il rifugio sicuro per centinaia di specie animali: un’occasione, quella della Giornata delle Oasi, per fuggire dalle città e rintanarsi per un giorno negli habitat naturali selvaggi e incontaminati. Sarà come trascorrere una bella domenica a casa della lontra, delle cicogne, del cervo sardo, dei fenicotteri e di molti altri animali.

Le aree protette del WWF, come tessere di un mosaico, formano un patrimonio di 35.000 ettari pari ad un grande parco naturale d’Italia, rappresentativo degli ambienti floro-faunistica di tutto il territorio nazionale. Il 2 maggio sarà possibile percorrere i sentieri natura, appostarsi nei capanni di avvistamento per ammirare fenicotteri, anatre selvatiche e tante altre specie anche rare, visitare mostre e per i bambini partecipare a giochi all’aperto.

Per avere informazioni sulle Oasi WWF aperte è attivo uno speciale numero telefonico 899.222.858 (al costo di 1 euro più IVA al minuto da telefono fisso) e il sito www.wwf.it

Quest’anno l’impegno del WWF per la giornata delle oasi viene sostenuto da Nokia, la quale ha messo a disposizione, in alcune oasi selezionate, la Nokia Observation Camera, esclusivo dispositivo che permetterà di realizzare e rendere disponibili fotografie inedite della vita quotidiana di alcuni animali. Sarà possibile osservare l’istrice e la cinciallegra nel suo nido dell’Oasi di Burano, il lanario del Bosco di Rocconi e gli aironi della Laguna di Orbetello: potremo conoscere e studiare le loro abitudini stando attenti a non disturbarli.

Lascia un commento