Carta riciclata e acquisti "verdi" per la P.A.

Sempre più materiale verde negli approvvigionamenti della pubblica amministrazione. Con una circolare pubblicata in Gazzetta Ufficiale il Ministero dell’Ambiente detta le regole affinché gli uffici pubblici e le società a prevalente capitale pubblico coprano il fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota di prodotti cartacei ottenuti da materiale riciclato, ammessi all’iscrizione nel repertorio del riciclaggio.
Sono oltre 50 le tipologie di carte da macero oggetto della circolare.
Il Green Public Procurement GPP ovvero acquisti “verdi” è il progetto per introdurre criteri ecologici negli acquisti e nei capitolati di gara della pubblica amministrazione. Il settore degli approvvigionamenti pubblici copre il 17% del PIL in Italia. Le spese per beni e servizi, opere mobili e attrezzature di Comuni e Provincie solo nel 2001 sono state di 38.000 milioni di euro. E’ chiaro che se la Pubblica Amministrazione alimenta una domanda “verde”, il mercato è portato ad orientarsi di conseguenza. Per l’industria più accorta e tecnologicamente attrezzata può essere un’opportunità di sviluppo: può aprire nuove linee di prodotto e rinforzare la propria produzione con un evidente abbassamento dei costi.

Lascia un commento