Giornata delle Oasi: scopri come è piccolo il mondo

Grande successo per l’iniziativa della Giornata delle Oasi. Il WWF ha aperto tutte le sue Oasi e parchi, regionali e locali. Tema di quest’anno, la biodiversità: la scoperta della flora e della fauna “dietro casa nostra”, di tutti quei fiori, insetti, anfibi che fanno parte del nostro ambiente quotidiano, dove viviamo ogni giorno senza renderci conto della diversità di un ecosistema in continua evoluzione, nonostante la costante minaccia del cambiamento climatico e dell’uomo.

È notizia di pochi giorni, la scoperta di tre nuove specie di animali. La prima è una cavalletta scoperta nella riserva di Saline, a Trapani. Le altre due sono due farfalle, simbolo della leggerezza e della fragilità di tutto un mondo, spesso ignorato, minacciato, ma non per questo nascosto.

Sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, e sotto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della pubblica istruzione e delle politiche agricole e forestali, l’iniziativa ha messo in contatto tutti, grandi e piccoli, con tutto quello che c’è dietro ogni palazzo in cemento armato, ogni strada asfaltata.

Portare a conoscenza delle persone il continuo ridursi dagli anni ’50, secondo il Millennium Ecosystem Assessment (la valutazione sugli ecosistemi voluta dall’ONU) di più della metà delle zone umide e dei terreni agricoli, la progressiva scomparsa di uccelli, pesci di acqua dolce, anfibi, rettili.

La Giornata del 20 maggio è stata un’occasione per riscoprire il senso della natura e del pianeta nel quale viviamo, con la speranza che il suo destino non sia quello di essere sacrificato in nome del progresso.

Lascia un commento