15 giugno: Giornata internazionale dell'energia eolica

L’iniziativa “Global Wind Day 2012“, promossa dall’EWEA (European Wind Energy Association),  offre l’opportunità ad amministrazioni, tecnici del settore e cittadini, di approfondire la conoscenza dell’eolico, sia della tecnologia in sé che delle sue applicazioni. Sono moltissime le iniziative che si svolgeranno in Italia dal 15 al 17 giugno con convegni, feste e visite ai parchi eolici.

Oggi l’eolico è una tecnologia matura e in grado di soddisfare una parte consistente dei fabbisogni energetici elettrici globali. Lo sviluppo dell’energia eolica si deve alla sua affidabilità e adattabilità in ambienti diversi: da quello marino grazie agli impianti off-shore, agli ambienti rurali dove il mini-eolico è in grado di coprire il fabbisogno elettrico di case monofamiliari o anche per piccole e medie imprese.

Secondo Legambiente, a fine 2010 sono stati installati nel mondo oltre 240.000 MW di impianti eolici, di cui 86.000 MW in Europa. Attualmente, nel nostro paese, sono installati 6.912 MW di eolico, distribuiti in oltre 450 Comuni Italiani. 

I grandi impianti eolici sono per lo più distribuiti al centro, sud Italia e nelle Isole. In particolare sono la Sicilia, la Puglia e la Campania, le regioni con il più alto numero di MW installati. Il mini eolico, con oltre 13,3 MW installati,  inizia a diffondersi ora. Al contrario del grande eolico è  presente in zone geografiche molto diverse tra loro, da nord a sud.

Grazie a questi impianti, ogni anno in Italia viene soddisfatto il fabbisogno di oltre 4,5 milioni di abitanti ed evitata l’emissione in atmosfera oltre 6 milioni di tonnellate di CO2.

Lo sviluppo e la diffusione in costante aumento dell’energia eolica  dimostrano la maturità e l’efficacia di questa tecnologia. Fondamentale, però, è aprire un confronto sulle regole: garantire trasparenza, legalità e integrazione dell’eolico nel paesaggio.

Per questo ANEV (Associazione nazionale energia del vento), Legambiente e Vivi l’Italia aderiscono al “Global Wind Day 2012” nella convinzione che l’energia eolica rappresenta una grande opportunità per combattere i mutamenti climatici e ridurre i costi delle bollette.

Inoltre, investire in tutte le energie rinnovabili significa non solo diminuire l’inquinamento atmosferico e quindi garantire una migliore qualità della vita ai cittadini, ma anche creare nuove competenze e posti di lavoro. 

Particolarmente interessanti, per il fine settimana dal 15 al 17 giugno, sono le proposte di visitare gli impianti eolicispesso in luoghi particolari e dal grande fascino paesaggistico e ambientale. Un’opportunità per conoscere territori poco noti e scoprire l’originale rapporto che si crea tra le “torri” eoliche e i paesaggi circostanti.

Per approfondire l’argomento, sul sito di Legambiente è disponibile il Dossier “ La forza del vento“, insieme alle cartine della diffusione del grande eolico e del mini-eolico in Italia.


Lascia un commento