In arrivo taxi elettrici alimentati dal fotovoltaico

Pubblicato da Laura Pavesi 24 luglio 2012 3 Commenti

TaxiRoma 150x150 In arrivo taxi elettrici alimentati dal fotovoltaicoIl taxi del futuro è elettrico e alimentato da pannelli fotovoltaici. E’ stato presentato a Roma il primo impianto fotovoltaico attivato in una centrale taxi europea, che alimenterà la centrale operativa stessa, gli uffici amministrativi, il laboratorio tecnico, l’impianto di autolavaggio e le attività accessorie della cooperativa. E ci sarà anche la possibilità di ricaricare 30 taxi elettrici sotto le pensiline fotovoltaiche.

Il nuovo impianto fornisce energia all’intero sistema organizzativo della sede centrale della Cooperativa Radiotaxi 3570, la più grande della Capitale, fornendo elettricità alla sala multimediale, agli uffici amministrativi e a quelli operativi, come l’officina. E’ costituito da 3 sottoimpianti che fanno capo ad un unico generatore fotovoltaico.

La potenza nominale dell’impianto fotovoltaico è tale da avere una riproducibilità stimata pari a circa 133.704 Kwh all’anno. Il generatore fotovoltaico è composto complessivamente da 414 moduli per una potenza nominale di 120,006 Kwp e una superficie di campo di 825 metri quadri. I sistemi integrati sono composti da 6 colonne/stazioni per la ricarica delle auto elettriche.

L’investimento da parte della cooperativa è stato di 700.000 euro e il progetto fa parte del piano per la “Mobilità Sostenibile di Roma Capitale”. E dall’inizio del 2013 saranno 30 i taxi bianchi elettrici, personalizzati con la scritta “Via col verde”, che entreranno in circolazione per le vie della Capitale.

“In pratica, viene attivato un impianto fotovoltaico a servizio della sede della cooperativa per la ricarica dei taxi elettrici, i primi dei quali cominceranno a circolare sulla strade di Roma a partire dall’inizio del 2013, ha spiegato il presidente della cooperativa, Loreno Bittarelli. L’impianto, inoltre, “alimenterà la centrale operativa, gli uffici amministrativi, il laboratorio tecnico, l’impianto di autolavaggio e tutte le attività accessorie. Inoltre, ci sarà la possibilità di caricare i taxi elettrici sotto le pensiline”. Bittarelli si è detto ottimista: “speriamo di riuscire a partire con i primi 20 taxi elettrici all’inizio dell’anno prossimo”.

“L’iniziativa” ha sottolineato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, “colloca il mondo dei tassisti romani all’avanguardia in un processo di innovazione della città. Questa categoria è spesso dipinta in maniera sbagliata e, invece, sono convinto sia una risorsa per una città aperta alle novità. Io sono sempre stato convinto che i tassisti possono dare molto alla nostra città“. Ed ha concluso: “Il fotovoltaico è per l’Italia l’energia del futuro; ci dobbiamo credere, perché più ci crediamo più si abbassano i costi di istallazione. Sono contento che i tassisti abbiano risposto a questo appello”.

 

A proposito di Laura Pavesi

Collaboro con BuoneNotizie dal 2009. Sono giornalista d'inchiesta freelance e lavoro con vari periodici e news agencies scrivendo inchieste, interviste e reportages. Parlo 5 lingue e, dopo aver viaggiato per lavoro per oltre 10 anni, oggi mi occupo di storie di cambiamenti positivi e di inchieste su ambiente, fonti rinnovabili, gestione pubblica dell'acqua, sprechi alimentari, etica e legalità.

Leggi tutti gli articoli di Laura Pavesi Visita il sito web dell'autore

Scrivi il tuo commento

 

BuoneNotizie.it su Google+