Pista ciclabile di 25 km, la soluzione di Londra al traffico

By 12 Marzo 2013 Ambiente

Il sindaco della capitale inglese ha annunciato un progetto, che entro dieci anni prevede la costruzione di una pista ciclabile di 25 km lungo tutta la città.

Sebbene le polizze sull’ Rca auto siano le uniche obbligatorie per legge, esistono svariate tipologie di assicurazioni che ci mettono al sicuro da tutta una serie di rischi legati ai danni di abitazioni, viaggi, furti o rapine, calamità naturali e così via. Dal momento che l’offerta del mercato é molto vasta, per trovare il prodotto maggiormente rispondente alle nostre esigenze possiamo confrontare le migliori assicurazioni tra quelle offerte dalle principali compagnie così da individuare la polizza più aderente ai nostri bisogni.

 

Tra le varie polizze ce ne sono alcune studiate appositamente per gli amanti delle due ruote. In Italia, ad esempio, ci sono assicurazioni ad hoc per chi va al lavoro in bicicletta, che offrono delle garanzie specifiche contro gli infortuni e gli incidenti legati al trasporto in bicicletta.

 

All’estero muoversi in bici é una consuetudine già largamente diffusa. Seguendo il modello olandese, la capitale inglese si appresta a ospitare 25 km di piste ciclabili. È il progetto annunciato nei giorni scorsi dal sindaco di Londra, Boris Johnson, che intende mettere in discussione la “supremazia dell’automobile”.  I londinesi ricorreranno molto meno all’automobile ma, soprattutto, guadagneranno un ambiente più pulito.

 

Il progetto, fortemente voluto dal sindaco Johnson, è stato presentato come un’autentica “rivoluzione nei trasporti”, che nei prossimi anni porterà “tante piccole Olanda” nella terra della Regina Elisabetta, affiancandole ai veicoli ibridi o alimentati a elettricità.

 

La pista ciclabile, che avrà una lunghezza di quasi 25 km, attraverserà tutta la capitale londinese, collegando il centro ai sobborghi attraverso apposite corsie preferenziali. Il provvedimento interesserà anche la Westway, l’autostrada sopraelevata che percorre quasi interamente la parte occidentale di Londra, che in futuro avrà una corsia riservata alle sole biciclette.

 

Come illustrato da Boris Johnson, la pista ciclabile richiederà presumibilmente 10 anni di lavori, non solo per la costruzione delle corsie, ma anche per la ristrutturazione degli incroci stradali e l’introduzione di ulteriori misure atte ad incrementare la sicurezza dei ciclisti. Saranno previsti quindi degli imprevisti per i cittadini della capitale e per tutti i turisti che spesso riempiono la città, ma il sindaco assicura che poi il risultato ricompenserà dai sacrifici.

 

“Il simbolo estremo di come la motorizzazione ha cambiato il panorama urbano diventerà il simbolo di come la bicicletta può riconquistare le città per il bene di tutti. Il ciclo trasporto del futuro non sarà più considerato una nicchia, bensì una porzione integrale della rete dei trasporti” – ha dichiarato Johnson, conquistandosi il favore di numerose personalità di spicco, come il capo di Transport for London e il campione olimpionico Chris Boardman, che ha definito il progetto come “il più ambizioso piano di sviluppo del ciclo trasporto nella storia della Gran Bretagna”.

 

Francesco Tempesta

 

Leave a Reply