Car sharing: sempre più auto in condivisione a Milano

fiat-500-2008

Eni si appresta ad inaugurare un nuovo servizio di car sharing a Milano con 600 auto ecologiche alimentate a gas metano.

Risparmiare sulla fornitura elettrica non è semplice e spesso richiede alcuni accorgimenti da parte dei consumatori per ridurre al minimo gli sprechi e migliorare l’impatto ambientale. Scegliere la giusta tariffa per l’energia è un’ottima modalità per iniziare a risparmiare abbattendo le dannose emissioni di Co2, per farlo possiamo confrontare le tariffe Eni con quelle Enel Energia così da trovare quella più in linea con i nostri bisogni.

Possibilità interessanti dal punto di vista del consumo consapevole e dell’energia pulita arrivano dal mondo dell’automotive, le auto elettriche, infatti, si stanno diffondendo sempre più. Negli ultimi mesi è cresciuto molto il numero degli utenti che a Milano si si sono iscritti al servizio di car sharing Car2Go.Da poco anche Eni energia ha lanciato il suo servizio per la condivisione dell’auto nelle aree metropolitane del capoluogo lombardo, nelle prossime settimane saranno messe in circolazione una flotta di ben 600 auto ecologiche. L’iniziativa vede la partecipazione di Fiat e di Trenitalia.

Le vetture messe a disposizione dalla casa automobilistica torinese sono le classiche 500 (alcune delle quali in versione Large), tutte rigorosamente di colore rosso. Il tocco di Eni sta nell’alimentazione a gas metano, che non produce emissioni dannose per l’ambiente, pur assicurando prestazioni da far invidia alle auto tradizionali.

Oltre a queste caratteristiche, la battaglia con Car2Go si gioca anche sul prezzo. Il costo per l’utilizzo delle 500 green è, infatti, leggermente inferiore a quello richiesto dalla rivale straniera (0,25 centesimi al minuto contro 0,29).

Per pubblicizzare adeguatamente il nuovo servizio di car sharing, anche Trenitalia si è mobilitata, mettendo pubblicità dei propri Frecciarossa sulle auto.

Il funzionamento è molto simile a quello di Car2Go dal momento che prevede la possibilità di prenotare anticipatamente le vetture online o via app. Le auto possono, inoltre, accedere anche alle Ztl piuttosto che all’Area C ed essere parcheggiate in qualsiasi posteggio (inclusi quelli di colore giallo, notoriamente riservati ai residenti).

Con questo nuovo servizio a beneficiarne saranno soprattutto i cittadini, che avranno la possibilità di scegliere l’alternativa meno costosa fra le circa 1.300 vetture in condivisione presenti a Milano.

 

 

Lascia un commento