Arnold Schwarzenegger sta portando le compagnie petrolifere in tribunale con una brillante causa

arnold-schwarzenegger

E’ certamente un’icona del cinema d’azione, ma la lotta per l’ambiente di Arnold Schwarzenegger potrebbe presto eclissare i suoi più grandi successi al botteghino. Durante il periodo in cui era governatore della California, Schwarzenegger richiedeva norme ambientali sempre più severe. Più recentemente, l’attore ha avviato una sfida vegana con il regista James Cameron per portare l’attenzione sui costi ambientali dell’industria della carne.

“L’inquinamento non è diverso dal problema del fumo”, ha detto Schwarzenegger nel podcast “Off Message” di Politico“Alla fine sono stati portati in tribunale e per questo hanno dovuto pagare centinaia di milioni di dollari”.

Nel corso di quella conversazione, Schwarzenegger ha fatto riferimento a documenti che dimostrano che, proprio come con le sigarette, le grandi compagnie petrolifere hanno saputo per decenni che i loro prodotti erano nocivi per l’ambiente. E ha detto di aver consultato un certo numero di studi legali per creare slancio dietro l’idea.

“Su ogni distributore di benzina, su ogni auto dovrebbe esserci un’etichetta di avvertimento, su ogni prodotto che ha combustibili fossili dovrebbe esserci un’etichetta di avvertenze”.

E ha ragione: i combustibili fossili sono terribili per noi e per l’ambiente. Non è solo l’inquinamento atmosferico. Ogni fase del processo di ottenimento e di raffinazione di combustibili fossili pone rischi molto reali per l’ambiente, per le persone e per la fauna selvatica. Quasi 100.000 tonnellate di metano sono state rilasciate nell’aria tra il 2015 e il 2016, e si stima che il carbone costi più di $ 100 milioni in costi sanitari all’anno negli Stati Uniti.

Schwarzenegger sa che il vero cambiamento avviene solo quando le persone vengono coinvolte. Ha in programma di ospitare una conferenza sull’ambiente a Vienna a maggio e spera che, perseguendo la sua potenziale causa contro le compagnie petrolifere, più persone si sentano ispirate a intraprendere azioni a sostegno dell’ambiente. Dopotutto, dice, sono in gioco delle vite.

“Se entri in una stanza e sai che stai per uccidere qualcuno, è un omicidio di primo grado”, ha detto. “Penso che con le compagnie petrolifere sia la stessa cosa”.

Lascia un commento