Studenti di Lecce pronti con la startup ambientalista #CheTiCosta

Sono giovani, hanno appena 14 e 15 anni, si fanno chiamare “ECOisti” e attraverso la loro innovativa startup sociale vogliono insegnare agli adulti il rispetto per la città, per l’ambiente e per ogni altro spazio e bene comune.

Come lo faranno? Con l’ingegno e la creatività che contraddistinguono la loro scuola, l’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce, realizzeranno e legheranno centinaia di etichette colorate, graficamente avvincenti e attraenti, su vari suppellettili e arredi della città (cestini dei rifiuti, panchine, fermate del bus, etc.). Le etichette riportano il vistoso hashtag che caratterizza la loro originale iniziativa, ossia #CheTiCosta.

Oltre all’hashtag, le etichette riportano varie diciture decisamente esplicite, ad esempio “#CheTiCosta differenziare correttamente?”, “#CheTiCosta non sporcare?”. “#CheTiCosta rispettare il verde pubblico?”, e così via.

cheticosta2

Al fianco dei giovani salentini e della loro startup ambientalista si è immediatamente proposto Attilio Caputo, a capo e direttore del gruppo Caroli Hotels. Il gruppo, sempre attento e sensibile ai temi della sostenibilità e dell’intraprendenza giovanile, ne è divenuto “Main supporter”.

Gli studenti della classe 1°A hanno proposto il progetto al Comune di Lecce, il quale potrebbe rappresentare la città pilota dell’iniziativa, per poi espandersi in ogni comune del Salento.

«Siamo convinti – sostengono i ragazzi – che se tutti iniziassero a comprendere che le città e tutti gli l’ambienti intorno sono esattamente come casa propria, ci penserebbero due volte prima di sporcare, trascurare o distruggere. Se nessuno butta pezzi di carta o lattine per terra nel proprio soggiorno, perché buttarle per strada? Se nessuno butta la spazzatura fuori dalla finestra della camera da letto, perché buttarla dal finestrino dell’auto? Il nostro sogno è vedere cento, mille ragazzi che, come noi, insegnano ai propri genitori, e agli adulti in genere, il rispetto per le cose comuni.»

Lascia un commento