Eroe tre volte

Perché tre volte? Perché questo giovane trapanese di trentadue anni oltre a salvare sé stesso scegliendo la vita piuttosto che la droga, e sopravvivendo al naufragio dell’Espresso Trapani, dell’Aprile 1990, dove morirono 13 persone, domenica 23 febbraio ha tratto in salvo un bambino che penzolava dal balcone di un palazzo.
Il bimbo tunisino di quasi cinque anni mentre giocava con i suoi compagni si è sporto talmente tanto dal balcone che il peso del suo corpo lo ha fatto catapultare restando attaccato alla sola ringhiera.
In quel momento passava il giovane che dal finestrino della macchina ha casualmente notato il piccolo penzolare al di sotto del balcone, così il trentaduenne ha prontamente raggiunto il balcone, scavalcato la ringhiera ed afferrato il bambino. La vita ha vinto due volte!

Lascia un commento