La Cei stanzia 500mila euro in favore della popolazione algerina

La Presidenza della Conferenza episcopale italiana (Cei) ha stanziato 500mila euro, dai fondi derivanti dall’Otto per mille, in favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Algeria. La Presidenza della Cei, a nome dei vescovi italiani, ha espresso viva partecipazione alle sofferenze e ai problemi delle popolazioni che da giorni stanno affrontando le drammatiche conseguenze di un terremoto che ha provocato migliaia di morti e sconvolto città e villaggi in Algeria. La somma stanziata per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali delle persone che si trovano ad affrontare i devastanti effetti di questa calamità naturale viene affidata alla Caritas Italiana, già attivatasi per alleviare i disagi causati dal sisma. La Caritas Italiana coordinerà gli interventi in collaborazione con la Chiesa cattolica locale.

Lascia un commento