Domani sinagoghe aperte a tutti

A Milano, nel giorno di Shabath, l’invito è del rabbino capo Giuseppe Laras che si è detto favorevole all’inizia lanciata la settimana scorsa da Gad Lerner, all’indomani dell’attentato di Istanbul. Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma: “Daremo il benvenuto a chiunque voglia portare testimonianza e solidarietà”. Sì alle sinagoghe aperte a tutti anche da parte di “Libertà e Giustizia”. “Non ci si può abituare all’idea che le sinagoghe, le chiese, le moschee, diventino luoghi di battaglia”, dice Sandra Bonsanti, coordinatrice dell’Associazione che ha aperto sul suo sito uno spazio intitolato “Osservatorio sull’antisemitismo”.
A Lerner aveva risposto sulle colonne dell’Avvenire il direttore Dino Boffo, invitando i cattolici a pregare insieme agli ebrei contro il terrorismo e la paura. “La presenza di tanti cittadini in sinagoga – ha dichiarato ieri Laras – è vista come un atto di solidarietà nei confronti dei concittadini di religione ebraica in un momento critico e difficile”. Invito a recarsi in sinagoga anche dal presidente della Regione Toscana, Martini.

Lascia un commento