Di nuovo arrestata 'Mamma Ebe'

Nuovo arresto per Gigliola ‘Ebe’ Giorgini, 70 anni, meglio nota come ‘Mamma Ebe’, già finita in carcere con il marito e i più stretti collaboratori nel gennaio di due anni fa. La donna (al centro di un clamoroso caso all’inizio degli anni Ottanta) è stata arrestata dalla polizia nella sua abitazione-studio a San Baronto di Lamporecchio (Pistoia) assieme al marito. In carcere anche un medico e gli altri presunti responsabili dell’organizzazione già coinvolti anche nella precedente inchiesta. In tutto sono state eseguite 22 ordinanze di custodia cautelare, di cui sei in carcere e sedici agli arresti domiciliari. Le accuse vanno dall’associazione per delinquere finalizzata all’esercizio abusivo della professione medica alle truffe, anche in danno di enti pubblici, alla falsità ideologica e materiale. L’autorità giudiziaria ha disposto inoltre il sequestro di locali abusivamente adibiti ad ambulatori a San Baronto, Empoli e Scandicci. L’indagine, quasi una fotocopia di quella che portò agli arresti di due anni fa, è stata avviata nell’agosto scorso da irregolarità riscontrate nella prescrizione di farmaci usati per la cura delle malattie psichiatriche nell’attività del dottor Mauro Martelli. La donna continuava a esercitare l’attività di guaritrice utilizzando abusivamente pratiche medico-sanitarie e riti pseudoreligiosi nei confronti di persone in stato di soggezione psicofisica. I quattro immobili sequestrati in Toscana erano adibiti abusivamente ad ambulatori medici dove si realizzavano i trattamenti sanitari e le pratiche medico-religiose. Secondo le indagini, Mamma Ebe, nonostante l’arresto aveva ripreso l’attività di guaritrice ‘con continuità giornaliera’. Il suo quartier generale era stato trasferito nel Pistoiese.

Lascia un commento