Olocausto: Ciampi all'Auditorium di Roma per la Giornata della Memoria

Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi all’Auditorium di Roma per presenziare all’evento organizzato da Palazzo Madama in occasione della ‘Giornata della Memoria’. Ad accogliere il capo dello Stato, il presidente del Senato Marcello Pera e il vicepresidente della Camera Publio Fiori, presente per il governo il ministro per l’Istruzione Letizia Moratti.
Gia’ ieri il capo dello Stato, a proposito di questa ricorrenza, aveva dichiarato: ”La Giornata della Memoria invita a riflettere sulla Shoah, sullo sterminio degli ebrei, di un intero popolo, organizzato dal nazismo: un evento che non ha l’eguale nella storia”.
”Ricordiamo – aveva aggiunto – affinche’ l’orrore non possa ripetersi; affinche’ ogni manifestazione di antisemitismo, di razzismo in tutte le sue forme, venga condannata e messa al bando”. ”La democrazia, la giustizia, l’amore del prossimo – aveva concluso il presidente della Repubblica – che ci e’ stato insegnato siano la nostra forza, riflettendo sul passato, guardando a un futuro che vogliamo sia di pace e di concordia fra tutte le genti”.
In serata era stato diffuso a Bruxelles anche un comunicato del presidente della Commissione Europea, Romano Prodi. ”La memoria della Shoah ha un significato ancora piu’ forte per l’Europa – affermava Prodi -. E’ in Europa che la Shoah si e’ prodotta. E’ sulla lezione della Shoah che e’ nata la nuova Europa, l’Europa unita, fondata sul rispetto della persona umana, del diritto e della liberta”’.
”La memoria della Shoah – aveva dichiarato ancora Prodi – tragedia unica e senza precedenti, ha un valore universale. L’umanita’ non ha smesso di macchiarsi di crimini come il genocidio, la pulizia etnica, il razzismo, la xenofobia, l’antisemitismo. Tutti gli uomini e le donne del Ventunesimo Secolo hanno la responsabilita’ di combattere e impedire questi orrori”.
Il presidente della Commissione europea si era anche detto favorevole all’istituzione, in una data da scegliere, ”in base alla storia di ciascun paese membro dell’Unione, di una ‘giornata europea della memoria’ per il ricordo delle vittime della Shoah, per la lotta contro ogni crimine contro l’umanita’, per l’omaggio a tutti coloro che, anche a rischio della propria vita, si sono opposti e si oppongono a questi orrori”. La proposta era contenuta nella dichiarazione del Forum Internazionale di Stoccolma sull’Olocausto del gennaio 2000 e ripresa nella dichiarazione dei ministri europei dell’Educazione dell’ottobre 2002.

Lascia un commento