Simona Pari e Simona Torretta tornano a casa

Finisce l’incubo. Dopo le ore di angoscia, l’attesa, il timore suscitato dagli annunci su Internet, è il momento del sollievo e della gioia: Simona Pari e Simona Torretta sono state liberate dai sequestratori. Sono le 17 e 45 in Italia, quando la tv araba Al Jazira dà il primo annuncio: «Le due ragazze italiane sono state liberate». Quando la notizia arriva, Simona Pari e Simona Torretta sono già al sicuro, a Bagdad, nelle mani della Croce Rossa italiana. Sono in buone condizioni, anche se provate da tre settimane di sequestro. E vengono portate subito all’aeroporto per un immediato rientro in Italia. Prima una tappa nel Kuwait. Poi da Kuwait City il rientro in Italia in serata a bordo di un aereo militare. Il rientro in Italia è previsto alle 23 circa all’aeroporto di Ciampino.
Intanto arrivano i primi particolari sul rilascio. Insieme alle due italiane sono stati rilasciati anche gli altri due volontari iracheni di «Un ponte per..», rapiti insieme alle ragazze. Simona Pari e Simona Torretta sono state lasciate dai sequestratori in due località differenti e incappucciate. Trapelano anche le prime indiscrezioni sullo svolgimento del sequestro.
Simona Pari e Simona Torretta sarebbero state tenute in ostaggio sempre a Bagdad dai loro sequestratori dal giorno del rapimento, esattamente tre settimane fa. Sarebbero quindi smentite le ipotesi secondo le quali le due italiane sarebbero state trasferite in un’altra località irachena lontana dalla capitale.

Lascia un commento