Condomini pagano le spese di un inquilino senza lavoro

“In trent’anni di attività non ho mai assistito ad un fatto simile”, a parlare un amministratore di diversi condomini monzesi, che ha voluto esprimere la sua sorpresa e la sua gioia per un episodio, che ha vissuto sul posto di lavoro. “Durante un’assemblea è emerso che uno dei condomini non aveva adempiuto alle spese ordinarie”, ha spiegato, “così gli altri hanno deciso di pagargliele, con un grande gesto di umanità e solidarietà”. Ed anche con grande umiltà, visto che come ha dichiarato l’amministratore “al momento l’interessato è all’oscuro di tutto: non sa che qualcuno ha pagato per lui i 2000 euro previsti per le spese condominali”. La scelta di queste famiglie è nata dalla sorpresa di essere venuti a conoscenza del mancato adempimento, una scoperta che a sua volta ha fatto emergere che quest’uomo non riesce a trovare lavoro in maniera stabile da 2 anni: “Ho pensato che fosse opportuno rendere pubblica la notizia di questo gesto di solidarietà per il suo valore e la sua rarità. Infatti, quando mi è capitato in passato di dover affrontare situazioni analoghe in altre abitazioni, sono quasi sempre stato invitato a procedere seduta stante per vie legali al fine di recuperare il credito” ha affermato l’amministratore. “Spero che l’esempio di queste persone sia seguito da altri condomini di Monza e di altre parti d’Italia”. Certamente la realtà di collaborazione personale e di sostegno in cui vive questa comunità condominiale rompe finalmente il tabù, che vede le assemblee di condominio solo ed esclusivamente come luoghi di conflitto e discordia: l’augurio è che l’abbattimento di questo stereotipo sia l’auspicio perché la decisione di questi benefattori trovi presto un seguito massiccio.

Lascia un commento