Controlli più efficaci nel settore energetico.

L’Authority per l’energia elettrica e la Guardia di finanza hanno stipulato un accordo per una più efficace attività di vigilanza e controllo nei settori dell’energia elettrica ed il gas, sulla scia del precedente accordo del 2001. I controlli, che si prefiggono di tutelare cittadini e imprese, si occuperanno principalmente di monitorare le condizioni di erogazione dei servizi, in particolare tariffe, qualità e sicurezza, con la possibilità di emanare sanzioni in caso di inadempienza.
Il reparto della GdF appositamente utilizzato nei controlli è il Nucleo Speciale Tutela Mercati, che effettuerà accertamenti programmati e straordinari avvalendosi di un continuo scambio di dati ed informazioni con l’Authority competente. I controlli si svolgeranno attraverso accessi, ispezioni e ritiro di documentazione: tali operazioni, oltre al Nucleo Speciale potranno essere svolte dal Personale dell’Authority e della Cassa Conguaglio Settore Elettrico o eventualmente da altri reparti della Guardia di Finanza.
Queste le affermazioni in merito di Roberto Speciale, Comandante Generale della GdF: ”Il protocollo d’intesa consentirá alla direzione vigilanza e controllo dell’Autoritá per l’energia e alla Cassa Conguaglio per il settore elettrico, di avvalersi in maniera ancor più incisiva della Guardia di finanza che agirá con le facoltá e i poteri previsti dalle leggi e dai regolamenti per svolgere, in particolare, attivitá ispettive, accertamenti e controlli nei confronti del soggetti esercenti servizi di pubblica utilitá nei settori dell’energia elettrica e del gas”.

Lascia un commento