Maxi blitz contro le rapine in villa: 114 arresti

Decine e decine di sodalizi criminali dalla breve durata, in vita il tempo necessario per realizzare rapine in villa. Sono le bande sgominate dalle task force di pronto intervento coordinate dal Servizio Centrale Operativo (Sco) della Direzione centrale anticrimine (Dac) della Polizia nell’ambito dell’operazione ‘Vesta’, svolta negli ultimi dieci giorni e conclusasi ieri. Centoquattordici i banditi arrestati, pronti a mettere a segno colpi in diverse province italiane, 99 le persone denunciate per reati contro il patrimonio, 259 gli extracomunitari raggiunti da provvedimenti di espulsione.

Duecentosette le perquisizioni che sono state eseguite in 58 province italiane. Interessate dal maxi blitz le regioni più colpite dal fenomeno delle rapine in villa: Piemonte, Lombardia, Veneto, Marche, Toscana, Emilia Romagna, Umbria, Campania e Calabria. Ed è proprio in questi territori che sono state costituite le task force di pronto intervento.

Durante le perquisizioni domiciliari sono state sequestrate un’ingente refurtiva, numerose armi e munizioni, sostanze stupefacenti.

L’operazione ‘Vesta’ è l’ultimo tassello di un’ininterrotta attività investigativa che il Servizio Centrale Operativo della Polizia e le Squadre Mobili delle Questure hanno in corso da ormai diversi anni sul fenomeno delle rapine in villa e presso le abitazioni in genere. Un lavoro che ha portato complessivamente nel 2006 a 346 arresti.

Lascia un commento