Enel rimborsa i disservizi legati all'emergenza neve di febbraio

Buone notizie per i residenti nel comune di Chiusi e in altri comuni della provincia di Siena: Enel sta rimborsando, in bollettai disservizi legati all’emergenza neve del febbraio scorso. Un bel risultato, ottenuto grazie alla pressione dei sindaci dei Comuni coinvolti e della Provincia di Siena. E così, da oggi nella bolletta dell’Enel arrivano i rimborsi per i disservizi legati all’emergenza neve di febbraio.

Chiusi rientra nei territori che prevedono un risarcimento per la mancata fornitura di corrente elettrica durante lo scorso mese di febbraio. “Il nostro Comune – spiega il sindaco di Chiusi, Stefano Scaramelli – rientra pienamente nella casistica prevista per i rimborsi visto che è necessaria, per i comuni sopra ai 5.000 abitanti, un’interruzione sopra alle 12 ore”. A Chiusi questa soglia è stata abbondantemente superata nei giorni dell’emergenza neve, lasciando al freddo molte famiglie per più di una notte.

Per i cittadini dei comuni colpiti dall’emergenza freddo e neve è previsto un rimborso fra i 30 e i 300 euro per le utenze domestiche e da 150 a 1.000 euro per le utenze non domestiche (negozi, laboratori fino a 100 chilowatt di potenza), mentre per le utenze industriali tutto è in proporzione alla potenza attivata da contratto.

«Chiedo ai cittadini di Chiusi – precisa il sindaco Scaramelli – di guardare bene le bollette in arrivo in questi giorni, per verificare l’effettiva e corretta applicazione del rimborso“.


Fonti: www.sienafree.it  e  www.frescodiweb.it 

Lascia un commento