Per favorire i mezzi pubblici, Comune azzera il biglietto

In tempi di crisi, con la benzina che ormai supera i 2 euro al litro, il Comune di Settimo Torinese, per venire incontro ai residenti, ha adottato una scelta in controtendenza e pressoché unica: per incentivare l’uso dei mezzi pubblici, il Comune ha deciso di rendere completamente gratuite le tre linee di autobus che attraversano la città .

Come si legge in una nota ufficiale del Comune di Settimo Torinese, dallo scorso 10 settembre 2012 è stato totalmente abolito il biglietto dell’autobus, che costava 0,65 euro, con l’obiettivo di puntare sul trasporto pubblico locale come elemento fondamentale per la qualità della vita dei cittadini.

Una scelta unica nel suo genere, ma che l’amministrazione e l’Assessore alla mobilità, Nino Daniel, hanno attentamente valutato: “In città ci sono molti anziani che hanno difficoltà magari a guidare la macchina e poi ci sono famiglie che con questo costo della benzina faticano ad usare l’auto. In questo modo abbiamo voluto dare un grosso incentivo all’utilizzo, almeno per gli spostamenti sul nostro territorio, del trasporto pubblico locale”.

Allo stesso tempo, per arrivare alla gratuità del servizio è stata rivista anche l’offerta delle linee, razionalizzando alcune corse che risultavano poco utilizzate. “Abbiamo fatto fare all’Agenzia della Mobilità uno studio con i dati di frequentazione delle corse sulle singole linee, in particolar modo sulla linea 1 risultavano delle corse nella tarda mattinata che avevano una media di utilizzo di circa 2 persone, francamente troppo poco per tenere attive quelle corse“, ha spiegato l’Assessore.

In totale sono state soppresse una decina di corse, quelle che avevano i dati di frequentazione compresi tra 2 e 3 persone. La razionalizzazione, però, non ha riguardato gli scuolabus e le corse in orario scolastico, e quelle da e verso l’ospedale cittadino.

Ma in futuro i cambiamenti per quel che riguarda il trasporto pubblico locale sul territorio di Settimo Torinese saranno ancora più significativi. Nel 2013, si legge sempre nella nota del Comune, “dovrebbe entrare in funzione il passante ferroviario di Torino che trasformerà, di fatto, la linea storica in una vera e propria metropolitana ferroviaria con collegamenti frequenti e cadenzati con la città di Torino”.

Soddisfatto anche il Sindaco di Settimo Torinese, Aldo Corgiat: “Quando entrerà in funzione il passante, che di fatto trasformerà radicalmente i collegamenti con il capoluogo, vedremo come modificare l’offerta complessiva sul nostro territorio, incentivando magari il servizio di bus a chiamata. In attesa di questo, rendiamo gratuito un servizio importante per i cittadini come il trasporto pubblico“.

Lascia un commento