Digitalia: 800 mln di euro per infrastrutture hi-tech

By 18 Ottobre 2012 marzo 5th, 2017 Attualità

“L’innovazione digitale è la leva trasversale di sviluppo più importante per l’Italia, necessaria per reinventare la manifattura, così come i servizi. E le infrastrutture non sono da meno, per questo il Governo ha messo a disposizione 800 milioni di euro per colmare definitivamente il digital divide“. E’ quanto dichiarato dal Ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, intervenendo telefonicamente allo SMAU, la fiera della tecnologia che si è aperta ieri a Milano.

Il Ministro dello Sviluppo ha messo l’accento sull’importanza dell’hi-tech come “abilitatore industriale” per fare ripartire il Paese. A cominciare dalle start up innovative, che spesso proprio con il digitale hanno a che fare: “La sezione del Decreto Crescita che riguarda le start up è molto concreta e ne siamo orgogliosi”, ha detto Passera, “per una normativa che permetterà all’Italia di diventare un Paese amico delle nuove aziende. Diciamo che abbiamo creato l’habitat normativo giusto per far ripartire la voglia di fare impresa“.

Senza dimenticare la Pubblica Amministrazione: “Questa nuova impostazione che il Governo ha cercato di dare”, ha continuato Passera, “farà la differenza anche e soprattutto nel settore della Pubblica Amministrazione, e non c’è dubbio che con Digitalia si sono create le condizioni per una vera modernizzazione dei vecchi apparati statali“.

E mentre si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo Decreto Sviluppo, il Ministro ha promesso “a breve” anche la nomina del Direttore dell’Agenzia Digitale, che avrà il ruolo di cabina di regia per tutte le attività legate all’innovazione.

E a chi ha fatto notare al Ministro dello Sviluppo che la fase di applicazione vera e propria di queste norme sarà fondamentale per il loro successo, Passera ha risposto:  “Come Governo, il nostro impegno è rendere attuativi tutti i provvedimenti entro la fine di questa legislatura“.

Fonte: IlSole24ore

 

Leave a Reply