UE: il 2013 sarà l'Anno Europeo dei cittadini

Ormai è ufficiale: il 2013 sarà ”l’Anno europeo dei cittadini’‘. Il via libera è arrivato da Strasburgo, dove il Parlamento UE ha votato a larga maggioranza (518 voti a favore, 63 contrari e 19 astensioni) a favore di un’iniziativa che si pone l’obiettivo di spiegare i diritti legati alla cittadinanza europea. Ogni cittadino UE gode di numerosi diritti quando si trova (per lavoro, studio e vacanza) in un altro Stato membro, ma la maggior parte della popolazione europea è spesso inconsapevole di tali diritti.

L’UE intende, perciò, organizzare una lunga serie di eventi in tutti i Paesi membri per mettere fine a questa “lacuna”.

”In un periodo di crisi, e a soli 20 mesi dalle elezioni europee, è essenziale mettere la cittadinanza dell’Unione e la democrazia partecipativa al centro dell’agenda politica”, ha commentato la relatrice cipriota, Antigoni Papadopoulou.

Nel corso del 2013 si terranno seminari, conferenze e campagne d’informazione che spiegheranno, ad esempio, a tutti i cittadini UE i diritti dei passeggeri e dei consumatori e come funziona l’accesso all’assistenza sanitaria all’estero, ma anche le opportunità offerte dai programmi UE per gli studenti e i lavoratori e, soprattutto, la possibilità di presentare petizioni all’Europarlamento.

Dopo il premio Nobel per la Pace 2012, assegnato all’Unione Europea per il suo “impegno per la pace, la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani”, l’istituzione non poteva che dedicare un anno “speciale” proprio alla sua cittadinanza.

Fonte:  ANSA

Per approfondire:

Nobel per la Pace 2012 assegnato all’Unione Europea

 

Lascia un commento