Imu: il Comune di Trieste supporta le fasce più deboli

Parziale riduzione dell’Imu per i cittadini in difficoltà: lo ha decretato il Comune di Trieste con una delibera mirata e contestuale alla crisi economica attuale.

È un provvedimento di reale supporto, quello approvato qualche giorno fa dal Comune di Trieste su proposta dell’Assessore alle Politiche Sociali Laura Famulari: in base alle direttive, particolari categorie di cittadini potranno beneficiare di un consistente supporto (il cui totale ammonta a 200.000 euro) per il pagamento dell’Imu.

Le fasce interessate sono le seguenti: nuclei familiari in cui risieda anagraficamente un disabile di età superiore ai 26 anni in condizioni di handicap permanente, famiglie in cui risieda anagraficamente un anziano over 65 non autosufficiente, individui in condizioni di handicap permanente e grave risiedenti in un alloggio di proprietà, nuclei familiari in cui sia in corso il pagamento del mutuo sulla prima casa.

Il ventaglio di beneficiari sembra dunque piuttosto ampio; diverse sono 

Pagine: 1 2

Nessun Commento

  • giuseppe saggese ha detto:

    mi è difficile capire come mia madre, vedova, ha 1300 euro di pensione nette e ha pagato 79 euro in giugno + 69 ora in novembre di imu per 73 metri quadrati quando gente dello stesso condominio per 58 metri quadrati e con reddito di gran lunga superiore o due redditi ha pagato 7 euro in giugno e 1 euro in novembre.Si aiuta allora chi ha un reddito di molto superiore a quello di mia madre pur se con la casa più piccola

Lascia un commento