Mario Balotelli, le sue parole a BuoneNotizie conquistano i media

Mario Balotelli fa notizia, sempre. Qualsiasi cosa faccia e qualsiasi cosa dica. Questa volta però non c’è stata provocazione, né gesto inconsulto, né frase “fuori luogo”. La notizia è che Mario si è aperto, con tutto il suo essere uomo oltre che campione, ad un’intervista sentita e vera. Lo ha fatto tramite la nostra testata, BuoneNotizie Mag, il magazine digitale gratuito per tablet e smartphone, e ieri, all’annuncio dell’uscita del nuovo numero, il web si è scatenato.

“È solo nei momenti difficili che si vedono gli uomini veri. Abbiamo il dovere di dimostrarlo adesso. Lo dobbiamo principalmente a noi stessi, alla Società e ai tifosi rossoneri. Il momento è delicato, ma la nostra sfida è uscire a testa alta sempre e tornare a vincere giocando da Milan. Io voglio tornare a essere il trascinatore della squadra”.  Spaccati e frasi chiave delle parole di Mario Balotelli hanno rimbalzato ieri su tutti i giornali online e oggi su diversi quotidiani, fino ad arrivare in tv, sottolineando come questo giovane uomo abbia voglia di tornare ad essere il trascinatore della sua squadra, di come abbia voglia di continuare a fare gol, ma di come sia anche stanco di essere giudicato per ogni singola parola che dice o twitta. “Io credo che a volte, purtroppo troppo spesso, i giornali decidano di attaccarsi a delle piccolezze, costruendoci intorno chissà che cosa. Il vero problema non sono i miei tweet, ma il fatto che non si sa di cos’altro parlare. Ed è questa la cosa triste: non c’è davvero niente di più interessante che i tweet di Mario Balotelli?”

Nessuno lo conosce, lo dice lui stesso, ma noi di BuoneNotizie qualche sfumatura della sua personalità l’abbiamo intuita parlandoci: in lui c’è il giocatore che ricorda con affetto la grinta e la forza del collega Stefano Borgonovo, cha la SLA si è portato via, ma anche il ragazzo che, benché così giovane, fa il punto sul suo passato ipotizzando un futuro sereno. Parole chiare, sentite: “Nel mio futuro mi terrò sempre stretti gli amici… tante cose stanno cambiando e cercherò di migliorare certi atteggiamenti. Ma resterò, e comunque resto, quello che sono: me stesso”. Un fiume in piena su come la vita ti attraversa e su come vorresti che fosse. E Mario ce la sta mettendo tutta per stare al timone della sua.

Lascia un commento