Strisce blu, niente multa per chi sosta oltre l’orario pagato

Sforato l’orario del parcheggio all’interno delle strisce blu? Tranquilli, non incorrerete in nessuna multa. Lo ha confermato il ministero dei Trasporti a seguito di un’interrogazione parlamentare alla quale ha risposto il sottosegretario Umberto Del Basso De Caroviola.

In pratica il sostare oltre l’orario pagato costituirebbe una “inadempienza contrattuale” e non una “violazione di una norma di comportamento” e quindi ciò implica il semplice saldo della tariffa non corrisposta. “In materia di sosta, gli unici obblighi previsti dal Codice sono quelli indicati dall’articolo 157, comma 6, e precisamente l’obbligo di segnalare in modo chiaramente visibile l’orario di inizio della sosta, qualora questa sia permessa per un tempo limitato – spiega il Ministero dei Trasporti – e l’obbligo di mettere in funzione il dispositivo di controllo della durata della sosta, ove questo esista; la violazione di tali obblighi comporta la sanzione prevista dal medesimo articolo 157, comma 8, del Codice medesimo“.

In pratica, se la vostra auto rimane parcheggiata oltre l’orario pagato, non rischiate alcuna multa, ma va pagata la differenza. Per recuperare i mancati pagamenti, le amministrazioni locali possono affidare al gestore del servizio le azioni necessarie “al recupero delle evasioni tariffarie e dei mancati pagamenti, ivi compresi il rimborso delle spese e le penali, da stabilire con apposito regolamento comunale, secondo le indicazioni e le limitazioni fornite dal Codice Civile e dal Codice del Consumo”.

Lascia un commento