La redazione di BuoneNotizie.it, in diretta da Parigi

Vi abbiamo parlato di giornalismo costruttivo, di nuovi sviluppi del nostro progetto e vi abbiamo chiesto di crederci, dandoci il vostro supporto. Ma si sa: il giornalismo – quello vero, il migliore – si fa sul posto, interrogando la realtà dal vivo e raccontandola ai lettori. Così abbiamo deciso di raccontarvi Parigi: la città che in questi giorni (e a partire dagli attentati) è nel mirino dei media e di un’informazione dichiaratamente catastrofista.

Con #BuoneNotizieDaParigi, la redazione di BuoneNotizie.it – che in questi giorni è nella capitale francese per il Transformational Media Summit – vi racconterà Parigi dal vivo. E ovviamente, chi ci conosce lo sa, si tratterà di una Parigi di cui l’informazione tradizionale non parla.

Leggi anche: Parigi, la risposta ad una strage è nelle mani dei cittadini del mondo

Coprifuoco a Parigi: una città deserta o una città diversa da ciò che vi raccontano?

Parigi è ancora affacciata sulla strada della vita

La storia di Michael, che ha fatto da scudo alla sua ragazza durante l’attacco al Bataclan

Lascia un commento