Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

"Roma, Città dei Diritti umani"

In occasione del Summit mondiale dei Premi Nobel per la Pace, che si terrà a Roma dal 27 al 30 novembre, giungerà nella capitale la mostra “La Città dei diritti umani”, grazie ad un’iniziativa congiunta del Comune di Roma e della Fondazione Gorbaciov.
Nata da un’idea di Daisaku Ikeda (Presidente della Soka Gakkai Internazionale, Premio per la Pace delle Nazioni Unite) e del Premio Nobel per la Pace Nelson Mandela, la mostra si snoda lungo un percorso educativo multimediale, che porta a comprendere le esigenze e le emergenze che hanno motivato la necessità di formulare una base comune di diritti per tutti gli esseri umani.
I visitatori hanno così la possibilità di “vivere” in prima persona la drammatica realtà della violazione dei diritti umani, attraversando le aree tematiche in cui la mostra è suddivisa: guerra (La casa bombardata), pena di morte (Il carcere), povertà (La bidonville), discriminazione (Il porto), infanzia (La strada).
I principali destinatari della mostra sono gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori e, più in generale, i giovani; infatti anche i bambini del secondo ciclo della scuola elementare possono approfondirne e comprenderne ogni aspetto. Ciononostante, la mostra è pensata per tutti e dunque anche il pubblico adulto può trovarvi importanti motivi di interesse e di coinvolgimento. A tutti i visitatori sarà consegnato il passaporto della Città dei Diritti Umani, un simbolico lasciapassare che ricordi ad ognuno che può essere protagonista del cambiamento a favore della dignità umana.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito del “Piano d’Azione per l’educazione ai diritti umani e alla democrazia” adottato nel 1993 dall’UNESCO, nel decennio dell’ONU per l’educazione ai diritti umani (1995/2004), adottato anche dal Governo italiano nell’ambito di un Piano d’azione nazionale, e nel “Decennio Internazionale per la Cultura della Pace e per la Nonviolenza dei Bambini (2001-2010)” dell’UNESCO.

Lascia un commento