Navigare la Calabria? Ora è possibile anche online

L’Italia, il “Belpaese”. Territorio ricco di storia, di arte, di natura, di fascino. Dalle bellezze paesaggistiche apprezzate in tutto il mondo. Il turismo è per l’Italia una risorsa da tutelare, valorizzare, far conoscere. Ed i nuovi mezzi di comunicazione come internet non possono essere che d’aiuto. L’ultimo passo in avanti è quello della Regione Calabria, che ha da poco inaugurato il “Portale del Turismo”: grosso veicolo di informazioni su storia, tradizioni, territorio, itinerari, gastronomia, eventi, pubblicazioni, accoglienza turistica. Un veicolo che, usando le parole dell’assessore regionale al Turismo Beniamino Donnici, “racchiude le potenzialità di una Calabria che guarda al mare come risorsa straordinaria, ma anche come porta di accesso ad una regione estremamente ricca nel suo patrimonio artistico-architettonico, nelle sue risorse naturali, nelle sue tradizioni, nella sua offerta eno-gastronomica”. Infatti, oltre al mare azzurro delle coste tirreniche e joniche, il portale conduce alle radici di una forte e antica tradizione. Per quanto riguarda la produzione di artigianato, si scopre tra l’altro, che il Museo Nazionale di Reggio Calabria colleziona testimonianze “moderne” ed antiche di stoffe, tessuti e telai, alcuni del periodo neolitico. Oppure che la produzione di rame, ferro battuto, oro, vetro, vimine e paglia ma anche di strumenti musicali come liuti, chitarre, zampogne, zufoli sono attività tuttora fiorenti. Castelli e fortificazioni disseminati su tutto il territorio testimoniano un passato ricco di storia; le catene montuose e le serre, i parchi e le foreste regalano suggestioni senza tempo. Non mancano informazioni sulle specialità gastronomiche calabresi, detti e proverbi curiosi.
Ma la promozione del turismo calabrese non finisce qui: entro la fine dell’anno, nell’ambito di un progetto interregionale denominato “Turismo in rete” che utilizzerà risorse finanziarie delle legge 135/2001, sarà realizzato il portale “Calabria turismo”: tutta l’offerta turistica calabrese sarà disponibile in rete, in ben quattro lingue.

Lascia un commento