Torna il romanzo italiano

Best-seller americani e grandi firme oltre oceano ad allietare le nostre letture? Forse no. O meglio non solo. E’ arrivato il momento di tornare in Italia e di ridare ai nostri scrittori l’attenzione che meritano. L’autunno è ormai arrivato e le case editrici puntano infatti, per quest’anno, a titoli e autori nostrani, rilanciando, prima ancora che morisse, il grande romanzo all’italiana. Premi e riconoscimenti confermano la tendenza: dai prestigiosi attestati come i Meridiani di Raffaele La Capria e Mario Rigoni Stern, all’imminente e atteso ritorno di Susanna Tamaro, che si prepara a lanciare il suo “Ascolta la mia voce” in uscita in questi giorni, con, sembrerebbe, i personaggi che hanno appassionato i lettori in “Va dove ti porta il cuore” e una nuova narratrice, non più nonna ma nipote.
Torna anche Andrea De Carlo, con “Il mare delle verità” per una storia incentrata sulle avventure di un giramondo alle prese con un segreto importante lasciatogli dal padre defunto e, Niccolò Ammaniti, che proprio alle fine di settembre tornerà, sulla scia del successo di “Io non ho paura”, accompagnato da una splendida e indimenticabile pellicola di Gabriele Salvadores, con “Come dio comanda”, per un racconto ancora rivolto all’intensa verità di oscuri rapporti tra un padre violento e alcolista e un figlio a lui amorevolmente legato.
Sarà quindi un grande inverno per i nostri “romanzieri” compresi i grandi della letteratura all’italiana, visto che anche Alberto Bevilacqua è pronto a uscire con “Lui che ti tradiva”, riprendendo il dialogo con la madre della sua opera precedente, “Tu che mi ascolti”.
Ancora grandi riconferme con Mario Rigoni Stern, con “Le stagioni dell’Altipiano” tutto incentrato sull’amore per la natura e, Luigi Malerba, che oramai ottantenne torna al tema dell’ipocrisia di coppia in “Fantasmi romani”.
Ma le buone notizie non finiscono qui, perché, dopo l’incontenibile successo ottenuto al cinema con “Manuale d’Amore” e “Il mio miglior nemico”, Silvio Muccino si butta sul romanzo insieme alla sceneggiatrice Carla Evangelista, con “Parlami d’amore”, per raccontare ancora un’avventura di sentimenti, tra personaggi forti e intensi che si sfiorano e si cercano tra segreti inconfessabili e situazioni struggenti e indecifrabili.
Buona lettura, quindi, per un ritorno del romanzo italiano in vetta alle classifiche dei best-seller, tra vecchi, grandi e nuovi esordienti.

Lascia un commento