Omaggio di Annamaria Russo alla storica Libreria Bocca

Le festività natalizie si avvicinano e il centro di Milano appare più che mai come un’unica grande vetrina, lussuosa e sfavillante. Nel cuore “modaiolo” della città, nel brulicante via vai di gente che affolla le vie del centro, si apre un angolo di tranquillità e di riflessione, dove è possibile recuperare il senso del Bello in tutta la sua pienezza artistico-culturale: si tratta della storica Libreria Bocca, sita da più di 200 anni in Galleria Vittorio Emanuele che, grazie alla specializzazione nella vendita del libro d’arte, è divenuto un prestigioso luogo d’incontro anche per chi l’arte la crea. Artisti di diverse generazioni hanno trovato negli scaffali della Bocca feconda ispirazione per loro opere.

Nello spirito di questa lunga tradizione, a partire dal 15 dicembre, l’artista Annamaria Russo dedica alla Libreria Bocca un’ “Installazione d’Arte Sospesa” composta da una serie di opere di forma circolare, colorate e dinamiche, che nel loro insieme evocano gli infiniti tasselli di conoscenza sedimentatisi fra le mura dell’illustre spazio milanese, a partire dal 1775, anno della sua fondazione. L’opera potrà essere ammirata fino al 31 gennaio 2008.

Dagli anni Sessanta ad oggi, Annamaria Russo ha condotto una ricca ricerca artistica, segnata da una forte tensione verso la Memoria, come ‘luogo’ dell’anima capace di risvegliare, nel presente, forti sensazioni. E’ in questo spirito che l’Artista si misura con la memoria storica della Libreria, facendo interagire in modo attivo il passato ed il presente. L’interattività è la porta d’accesso alla comprensione del suo mondo creativo, costantemente sospeso tra un passato – che è memoria personale e collettiva – e un presente quale punto di fusione e di incandescenza della creazione e della fruizione artistica.

Le opere di forma arrotondata che compongono l’installazione, creata appositamente per la Libreria Bocca, sono ricche di particolari, di minuscole o grandi tessere che vanno a formare preziose composizioni levigate, dolci allo sguardo e al tatto. Il senso del colore è evidente negli accostamenti e nelle raffinate sfumature che ricamano la trasparenza e la leggerezza di questi lavori sospesi, veri e propri personaggi che animano una scena in continua trasformazione.

Il risultato è un’installazione aperta, in cui le singole opere sembrano portate casualmente a comporre e raccontare una, dieci, mille storie, in un collage di antiche e rinnovate suggestioni.
Non resta che lasciarsi incantare.

SpazioBoccainGalleria
Galleria Vittorio Emanuele II, 12

Inaugurazione 15 dicembre 2007, ore 18,30
Fino al 31 gennaio 2008
Ospitalità: Libreria Bocca

In collaborazione con Bc studio
Con il Patrocinio di:
Comune di Milano
Fondazione D’ARS
Associazione Internazionale Culturale Boiron

Lascia un commento