Tour Music Fest alla scoperta della musica emergente

Dopo il successo della passata edizione che ha visto coinvolti interpreti, cantautori, original band e cover band provenienti da tutta Italia, il Tour Music Fest prosegue il suo viaggio alla scoperta della musica nostrana con l’intenzione di dare spazio e visibilità sempre più consistenti anche alle situazioni più “logisticamente” lontane dal mercato. Un viaggio lungo tutta la penisola alla scoperta della musica emergente, la possibilità di trovare il proprio spazio in un contesto musicale complesso, 23 tappe, concerti in tutta Italia. Tutto questo e altro ancora è il Tour Music Fest, il festival presieduto da Mogol e aperto a tutti i generi dal rock, al pop, dal rap, allo ska, alla ricerca di nuovi fermenti, nuovi suoni, nuove voci.

Se già nel 2007 sono state toccate 18 tappe in 5 mesi e proposti stage formativi gratuiti, l’edizione 2008 diventa ancora più nutrita, con grandi novità: una seconda selezione con serata live nei cinque più importanti capoluoghi di provincia, la possibilità di esibirsi in uno show tour accanto ai big della musica italiana, stage gratuiti con Luca Pitteri e Robert Steiner. Una divisione in quattro categorie – interpreti e cover band, original band, cantautori, junior – che consente a ognuno di presentare il proprio talento nel settore più appropriato, con la possibilità di suonare, in occasione della finalissima, sul palco dello storico Piper di Roma di fronte a una giuria presieduta da Mogol e composta dai massimi esponenti del panorama discografico italiano.

Inoltre, per chiunque voglia mettersi alla prova, il Tour Music Fest 2008 moltiplica i premi mettendo in palio la produzione e distribuzione di cd, un tour promozionale, videoclip, un corso di formazione al C.E.T di Mogol, una borsa di studio con il maestro Luca Pitteri, l’iscrizione tramite casa discografica alle selezioni per il “Festival della canzone italiana di Sanremo” e tanti altri.

La serietà però non cambia mai e anche per il 2008 il Tour Music Fest sottoscrive nuovamente il codice etico e si avvale per la finale del Patrocinio della Regione Lazio e della Regione Sicilia.

Lascia un commento