Scuola: aumentano gli studenti eccellenti

Una indagine del Ministero della Pubblica Istruzione disegna una situazione confortante sul fronte delle eccellenze negli studi, misurando i risultati nell’anno appena passato. Sono stati infatti circa 4.400 gli studenti che hanno raggiunto risultati di eccellenza, di cui 3.026 hanno conseguito il 100 e lode nell’ultima Maturità, e 1.370 coloro che hanno raggiunto posizioni di spicco nei confronti regionali, nazionali e finanche internazionali.

Un altro fiore all’occhiello per l’Italia è l’aumento del numero dei partecipanti alle Olimpiadi, risultato raggiunto anche grazie all’appoggio sempre più puntuale delle scuole e degli insegnanti.
“Un incremento che si è riscontrato” dichiara il ministero “grazie alla nuova legge sugli esami di Stato (legge n. 1/2007) che per la prima volta prevede la valorizzazione delle eccellenze, finalizzata a migliorare la qualità dell’offerta formativa delle scuole e a innalzare i livelli di apprendimento degli studenti”. Il Ministero ha creato anche un “Albo Nazionale delle Eccellenze” consultabile sul web.

Ecco un po’ di numeri che ci spiegano significativamente il fenomeno. Le Olimpiadi di matematica hanno registrato un aumento nel numero di scuole partecipanti, da 1.666 al 1.728. Quelle invece di Fisica sono passate dalle 574 alle 594. Incrementi anche a quelle di Scienze Naturali, da 280 a 403, quasi un raddoppio. Al Kangourou di matematica gli studenti passano da 36.000 a ben 47.000 e in quelli di inglese da 8.897 a 11.514.

Altra degna nota è la crescita in termini di quantità e qualità alla partecipazione al concorso europeo “I giovani e le scienze”, che ha l’obiettivo di essere la più importante vetrina comunitaria delle migliori scoperte scientifiche da parte di ragazze e ragazzi, allo scopo di invogliare i giovani ad intraprendere la carriera scientifica.

Lascia un commento