Grande successo per la 47° edizione del Salone del Mobile

A poche ore dalla sua chiusura, il Salone internazionale del Mobile, edizione 2008, è già il Salone dei record. Rosario Messina e Manlio Armellini, presidente ed amministratore delegato del Cosmit, l’ente che organizza il Salone, parlano di un incremento del 20% di visitatori rispetto al 2007. La città è dovuta correre ai ripari approntando dei “rinforzi” in termini organizzativi: oltre ad un incremento dei trasporti cittadini, si è dovuto prolungare l’orario di apertura dei padiglioni del polo fieristico di Rho-Pero, dalle 18.30 alle 20.30.

Un successo in parte annunciato dall’andamento positivo del 2007: l’anno scorso il fatturato dell’arredamento italiano ha registrato un più 4,5 %, se si considera il comparto legno arredamento nel suo insieme: con 39,8 miliardi di euro di fatturato l’industria italiana del legno-arredo è la prima in Europa e la seconda al mondo (dopo la Cina). D’altra parte gli esperti del settore assicurano che la qualità dei nostri prodotti è riconosciuta in tutto il mondo e che nei primi due mesi del 2008 sono aumentate le esportazioni dei mobili italiani al di fuori dell’Unione Europea. La vera sfida per il futuro è puntare su una miglior organizzazione della distribuzione a livello nazionale, che consenta anche alle piccole imprese di sbarcare nel nuovo continente.

Fra i settori più dinamici si confermano l’ambiente bagno e la cucina. Il trend positivo si collega alla centralità nelle tendenze progettuali che i due ambienti stanno assumendo all’interno dell’organizzazione degli spazi domestici. Anche il Salone Ufficio (ex Eimu) si attesta come vetrina incontrastata per la produzione del settore. Per quest’anno il tema è “Ufficio Fabbrica Creativa”, ovvero l’ufficio come luogo della produzione intellettuale in cui si realizza la maggior quota di valore aggiunto nell’era dell’economia della conoscenza.
Accanto alle grandi firma del design, come ogni anno il Salone Satellite ha proposto le idee e i progetti di un gruppo selezionato di giovani designer. Ai 570 partecipanti è stato chiesto di contribuire al tema “viva il verde! go green!” presentando, oltre ai vari progetti, anche un’idea creativa dedicata all’ambiente, all’ecologia e alla sostenibilità.

Non solo vetrina d’eccellenza per le aziende dell’arredamento e per i designer di tutto il mondo, il Salone del Mobile è anche un momento in cui Milano diventa un grande palcoscenico di manifestazioni culturali, incontri, performance artistiche che coinvolgono tutti, dagli addetti ai lavori agli studenti, dagli appassionati ai semplici curiosi.
Business e cultura, questa la formula tutta italiana che Cosmit ha sviluppato con successo negli anni, affiancando all’offerta commerciale, una rosa di eventi collaterali di forte impatto culturale, che anche quest’anno ha attirato l’attenzione di un pubblico numeroso e sempre più internazionale.

Lascia un commento