A Venezia di scena la Mostra Internazionale di Architettura

Fino al 23 novembre a Venezia è di scena l’undicesima edizione della Mostra Internazionale di Architettura, dal titolo “Out There: Architecture Beyond Building”. Obiettivo di questa edizione è stimolare una riflessione che si concentra sul recupero del patrimonio esistente, con particolare attenzione alle aree urbane. L’evento è promosso dalla PARC, Direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanee del Ministero dei Beni Culturali e dalla Fondazione Biennale di Venezia. Quest’anno il curatore del padiglione italiano è Francesco Garofalo, scelto tra una rosa di cinque architetti individuati da un comitato di valutazione composto da Carla Di Francesco, Direttore generale della PARC; Carlo Olmo, docente del Politecnico di Torino e direttore del Giornale dell’Architettura e Paolo Baratta, Presidente della Biennale di Venezia.

La proposta di Francesco Garofalo, dal titolo “L’Italia cerca Casa – Progetti per abitare e riabitare le città”, pone quella dell’abitare come questione operativa centrale della nostra cultura architettonica.
L’idea prevede una mostra strutturata in due parti introduttive: l’espressione del passato, “Le due facce di un’eredità”, e del presente, “Il cattivo stato dell’arte – Ritratto del boom edilizio”; più una parte principale che presenta idee per il futuro suddivisa in “Nuovi prototipi” e “Nuovi scenari”. Tra questi, i temi del recupero dei grandi complessi di edilizia sociale degradata o la trasformazione in abitazioni di edifici industriali, fino agli alloggi per i ceti marginali.

Accanto a queste tematiche ben sviluppate dalla Mostra, l’obiettivo che fa da file rouge tra le varie parti della minifestazione è quello di rinforzare la coscienza collettiva sulla situazione architettonica italiana di oggi, come bisogna rapportarci alle costruzioni che tanto influiscono sullo stato esistenziale umano.

Presentata il 5 maggio a Roma, l’evento si presenta agli occhi di tutti come un fulcro culturale di straordinaria importanza che, andando al di là della fisicità delle costruzioni, insegna come vivere e guardare, come avvicinarsi ad esse. Tanti gli eventi che mostrano la volontà di portare alla luce il connubio culturale che lega la costruzione e il vivere umano, che fin dal 1975 sono espressi così bene dalla manifestazione.

Per maggiori informazioni e per consultare il programma della Mostra visitate il sito internet www.labiennale.org/it/architettura.

Lascia un commento