4 giorni per valorizzare storia e cultura del Mediterraneo

Dal 13 al 16 novembre ritorna la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum con la sua XI edizione. Lo slogan scelto quest’anno è “La valorizzazione dei siti archeologici: obiettivi, strategie e soluzioni”. L’intento è di affrontare le tematiche legate alle politiche di riqualificazione e di valorizzazione dei siti e musei archeologici, considerati luoghi in cui si preserva nel tempo, attraverso la conservazione di manufatti e reperti, la memoria storica e artistica dell’Italia. I siti archeologici, inoltre, se opportunamente organizzati, sono in grado di promuovere e valorizzare il loro contesto, anche in aree in ritardo di sviluppo, migliorandone la capacità di attrarre visitatori e creando così un volano economico di cui anche la popolazione residente possa beneficiare.

35 Paesi esteri sono presenti al salone espositivo. Nuove frontiere della ricerca scientifica e tecnologica legate al mondo antico saranno oggetto di ArcheoVirtual, esposizione internazionale sull’archeologia virtuale. E’ dedicata una giornata al tema “Archeologia e dialogo interculturale”, nel sottolineare sempre più l’importanza che il patrimonio culturale riveste, quale fattore di dialogo tra diverse culture, d’integrazione sociale, di cittadinanza e di sviluppo economico. Ricchi anche i calendari di Archeofilm e, per i più piccoli, Archetoons. Numerosi i laboratori di archeologia sperimentale per ricostruire la cultura antropologica e materiale dell’antichità mediante la riproduzione delle tecniche utilizzate dall’uomo per realizzare i manufatti di uso quotidiano.
Questo e molto altro è la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum: dagli studiosi agli studenti, dai più piccoli ai semplici turisti e curiosi, l’evento è aperto a tutti, per sottolineare ancora una volta l’importanza che il nostro passato e le sue manifestazioni tangibili continuano ad avere nel presente e per il futuro.

“La capacità che la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico ha espresso nelle relazioni con gli operatori turistici e con la comunità scientifica nazionale ed internazionale ne ha favorito l’accreditamento sulle tematiche connesse al mondo dell’archeologia come impareggiabile veicolo di crescita sia culturale che economica. Mi piace sottolineare che quest’anno, per la prima volta, saranno ospiti, tra gli altri, Israele e Palestina insieme. La cultura riesce a superare qualsiasi difficoltà”, ha dichiarato il Presidente della Provincia di Salerno, Angelo Villani.

L’iniziativa, promossa e coordinata dalla Provincia di Salerno e dall’Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali e dell’ICCROM, Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali, ideata e organizzata dalla Leader sas, quest’anno potrà vantare anche la prestigiosa collaborazione dell’OMT, Organizzazione Mondiale del Turismo.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale della manifestazione (www.borsaturismo.com).

Lascia un commento