Tempo di bilancio per il ministero dei beni culturali

Si è concluso un anno di eventi e manifestazioni fieristiche che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha organizzato e promosso in tutta Italia, quasi sempre a titolo gratuito, registrando un crescente apprezzamento da parte dell’utenza e un consistente aumento di affluenza dei visitatori. E’ tempo ora di tirare le somme, fare quattro calcoli e arrivare ad un fine: 185 aperture straordinarie, 667 concerti, 743 mostre, 1349 visite guidate. Sono questi i numeri della cultura italiana nel 2008. I risultati rilevati testimoniano l’interesse e la passione dei cittadini nei confronti di manifestazioni culturali che danno la possibilità di conoscere e riscoprire gli inestimabili tesori artistici del nostro Paese.

Dai “Grandi Eventi”, appuntamenti di carattere nazionale a titolo gratuito che annualmente vengono riproposti, come la Settimana della Cultura e le Giornate Europee del Patrimonio. Alle serie di collaborazioni con istituzioni statali, come il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la sensibilizzazione delle scuole e delle università e con il ministero degli Affari Esteri per il coinvolgimento degli Istituti Italiani di Cultura all’Estero e la promozione e la divulgazione degli eventi a livello internazionale. Dalle collaborazioni con ANCI, UPI, Conferenza Stato Regioni, con associazioni di categoria e grandi società private. A quelle con le associazioni che lavorano per la difesa del patrimonio culturale italiano come Italia Nostra, FAI, Legambiente, WWF. Infine le manifestazioni fieristiche che si sono dimostrate un veicolo efficace per diffondere a un pubblico differenziato le attività e i progetti più innovativi realizzati negli ultimi anni e in corso d’opera.

Manifestazioni che sanno fino in fondo di cultura, dove tutte le arti si sono fuse in giochi sempre diversi, tenendo sempre a mente che il passato non è solo un bene da preservare, ma anche da riconoscere in tutte le sue metamorfosi. Questi appuntamenti rappresentano un importante veicolo per la promozione della conoscenza dell’arte e della cultura italiana e un significativo strumento concepito e adottato ormai da svariati anni per consolidare i rapporti con il territorio, con i cittadini e per incentivare la fruizione dei beni culturali. Momenti organizzati e condotti nel corso dell’anno per valorizzare, in Italia e in tutto il mondo, il nostro immenso patrimonio artistico.

(Nella foto: affreschi della cupola nella cattedrale di Parma, opera del Correggio)

Lascia un commento