In Sardegna ci si abbronza con il bollettino on line

Quest’estate la tintarella in Sardegna si potrà prendere con metodo e rigore scientifico.Il servizio agrometereologico regionale per l’Isola (Sar), infatti, pubblica online sul proprio sito web (www.sar.sardegna.it) il ‘bollettino dei tempi dell’esposizione al sole’: una pagina costantemente aggiornata dove si forniscono i tempi massimi di esposizione non protetta al Sole, tenendo conto dell’intensità delle radiazioni ultraviolette nella località in cui ci si espone e in relazione al tipo di pelle (fototipo). Le previsioni vengono fornite per la giornata in corso e per le due successive. Perciò, inserendo i propri dati negli appositi campi, possiamo scoprire che a Porto Cervo, oggi, una persona che si espone al sole per la prima volta e che ha i capelli biondo-rossi, gli occhi chiari, la carnagione altrettanto chiara, lattea e con lentiggini (fototipo 1) potrà esporsi al sole, senza protezione, esclusivamente fra le 7 e le 8, e per poco più di mezzora: fra le 10 e le 17, infatti, potrebbe abbronzarsi solo per pochi minuti.Al contrario chi ha i capelli neri, gli occhi e la carnagione scura (fototipo 6) potrà prendere la tintarella per circa due ore nell’arco di tempo compreso fra le 10 e le 17. E i tempi triplicano se si è già esposti al sole altre volte. Sul sito si può calcolare il proprio fototipo, poi, su una mappa virtuale della Sardegna si clicca sulla posizione nella quale ci si trova, si sceglie il giorno e un software calcola il tempo di esposizione.

Lascia un commento