Etichette pazze: 'non mettere persone nella lavatrice'

”Do not put any person in this washer”. Ovvero non mettere persone nella lavatrice: è questo il ‘warning advise’ che ha vinto l’edizione 2007 del l’Annual wacky warning label contest’, premio istituito dieci anni fa dal M-Law’s (Michigan Lawsuit Abuse Watch), un organismo dello Stato del Michigan che ha l’obiettivo di liberare i cittadini dalla burocrazia delle leggi, ripristinando il ‘common sense’. E segnalando abusi e soprusi ai danni dei consumatori a stelle e strisce. Ed ecco allora il concorso sulle ‘etichette di avviso no-sense’, obbligatorie per legge, che dimostrano le assurdità a cui il diritto moderno ha costretto i produttori. E i consumatori che devono leggere frasi come quella che ha vinto. ‘Do not put any person in this washer’: fotografata da Bob Wilkinson, cittadino di Northville, all’interno di una lavanderia pubblica, ha fruttato il premio di 500 dollari all’autore dello scatto. Secondo posto invece a Rich Heitzig di Brooklyn Park, nel Minnesota, che ha reso noto l’etichetta della sua moto d’acqua, con l’avvertenza: ‘Non usare fiammiferi accesi o fiamme per controllare il livello di benzina nel serbatoio’. Terzo posto, infine, ex aequo per una signora californiana che ha letto sul biglietto della lotteria appena acquistato ‘Non stirare il tagliando’ e per una della Pennsylvania che ha acquistato il nuovo cellulare con l’invito a ‘non asciugare il tuo telefono con il forno a microonde’. Una menzione particolare poi alle pagine gialle: chi le consulta infatti deve ‘evitare di sfogliarle mentre è alla guida’.

Lascia un commento