Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Traccia il percorso degli Euro nel loro viaggio

Vi siete mai chiesti che storia potrebbero raccontarvi le banconote nel vostro portafogli? Dove sono già state? Dove andranno? EuroBillTracker.com vi aiuterà a scoprire proprio queste informazioni. E’ quello che fanno i 100.000 utenti del sito, tutti rigorosamente europei: cercano di tracciare il percorso seguito dalle loro banconote in tutto il mondo. Perchè? Semplicemente per divertimento, curiosità, o calcoli statistici. Vi partecipano docenti universitari e professori, massaie e studenti, cassieri di banca e di supermercato, impiegati ed operai, tutti quanti coinvolti in una strenua ed appassionata ricerca delle banconote gia’ tracciate da altri in precedenza, in modo che l’avvocato di Trapani si ritrovera’ in mano una banconota da 5 euro appartenuta 2 anni prima ad una studentessa di Tampere in Finlandia, od il portuale di Rotterdam vedra’ come il suo biglietto da 50 Euro appartenesse in precedenza ad un assicuratore di Bologna che lo prelevo’ nuovo di zecca da un bancomat mesi prima.

Il numero delle banconote ad oggi registrate e’ superiore ai 23 milioni di pezzi e le statistiche che vengono generate con i dati provenienti da tutto il mondo sono innumerevoli come sono tanti gli strumenti (software) gratuiti per generarle.

Sul sito esiste anche un forum frequentato da persone di tutte le lingue (esperanto compreso!) dove si discutono fatti di economia ed attualita’, ma dove si fanno anche nuove conoscenze e si stringono amicizie. Come vuole la consuetudine, e’ sufficiente iscriversi, in modo gratuito (se si vuole in modo anonimo) e seguire le semplici istruzioni che portano alla registrazione dei dati identificativi di una banconota (tra le altre cose e’ possibile identificare una banconota falsa grazie alle verifiche svolte in tempo reale dagli algoritmi del motore del sito).

Per saperne di più, “fatevi un giro” su www.eurobilltracker.com e… buon tracciamento!

Lascia un commento