TV: 'buone notizie' dal Fantabosco di RaiTre

“Chiudetevi in casa”: si intitola così la puntata andata in onda ieri alle 16.15 sul terzo canale nazionale. E fin qui tutto normale, se non fosse per il suo contenuto. Al Fantabosco, luogo nel quale si svolgono le vicende, infatti, è arrivato un nuovo personaggio, Vermio, che, su incarico del suo re malvagio, cerca di diffondere un giornale chiamato molto astutamente “Verità” sul quale vengono scritte finte e bruttissime notizie riguardanti il Fantabosco. Dopo tanta paura da parte di tutti i suoi abitanti, la realtà viene scoperta: Vermio inventava notizie false perché voleva vincere la concorrenza con il giornale ufficiale del Fantabosco che, dicendo la verità, racconta solo buone notizie.

La Melevisione, da 9 anni, rappresenta il ritorno della fiaba in televisione tramite un vero e proprio mondo parallelo al nostro e nel quale ogni giorno il bambino entra e vive, imparando a crescere grazie a insegnamenti morali e semplici oggetti da costruire presenti in ogni puntata. Il linguaggio, semplice ma non povero, è abbellito da canzoni e dalla Filastrocca riguardante il tema del giorno.

Il programma si avvale di nomi già noti nel mondo del teatro come Lorenzo Branchetti che interpreta Milo ossia il folletto barista del Chiosco, Barbara Abbondanza nella parte di Orchidea ossia la fidanzata di “Orco Manno” Diego Casalin, Paola d’Arienzo nei panni di Fata Lina, Enrico Dusio alias Principe Giglio e “Principessa Odessa” Carlotta Rossetti, “Balia Bea” Licia Navarrini e, come non potevano mancare in una fiaba, un lupo cioè “Lupo Lucio” Guido Ruffa e una strega chiamata Strega Varana ed interpretata da Zahira Berrezouga.

Da un’idea di Mela Cecchi e Bruno Tognolini, la Melevisione realizzata negli studi del Centro di Produzione Rai di Torino, che da anni si è specializzato nella produzione della TV per ragazzi, sembra proprio assomigliare alla realtà del nostro giornale BuoneNotizie.it: la realtà dei fatti osservata con occhi diversi e spogliata dai fronzoli che servono soltanto a vendere copie.

Lascia un commento