Anche Gaeta tra le cittadine a marchio Ecolabel

Sono sempre di più le cittadine ecocompatibili in Italia. Questa volta è toccato a Gaeta. La cittadina in provincia di Latina si è distinta, secondo i dati della Goletta Verde del Lazio, per diversi comportamenti ecosostenibili. Niente porzioni monodose per gli alimenti ed i prodotti per l’igiene, uso di detersivi concentrati o con ricariche, risparmio idrico e raccolta differenziata, almeno due lampade a basso consumo in ogni camera d’albergo e tecnologie per il risparmio energetico negli spazi comuni, carta ecologica e riciclata, ma anche promozione del territorio, dei prodotti locali e di forme di trasporto collettivo, nonché azioni di contenimento dell’inquinamento acustico e coinvolgimento del turista nei comportamenti eco-sostenibili. Dopo tre anni dalla firma del patto, siglata da Legambiente, Comune di Gaeta e imprese turistiche, che ha portato a Gaeta il marchio Ecolabel di Legambiente Turismo, il livello di ecosostenibilità raggiunto dalle strutture ricettive locali che aderiscono al progetto ‘Consigliato per l’impegno in difesa dell’ambiente’ è ottimo. Segno evidente di un impegno costante nella cura del natura e nello sviluppo turistico. Il marchio Ecolabel rappresenta l’etichetta ecologica che contrassegna le strutture ricettive che adottano misure per ridurre l’impatto delle proprie attività sull’ambiente, senza rinunciare alla qualità e al comfort, anzi. Oltre alle note positive, qualche elemento da introdurre riguarda la disponibilità gratuita delle biciclette che ancora manca assieme all’assenza di in “angolo lettura”. A livello nazionale, risultano quasi 400 le strutture sia annuali che stagionali del marchio Ecolabel, distribuite in 15 regioni, con oltre 50.000 posti letto che, grazie a piccole accortezze di gestione e a qualche piccolo investimento, hanno alleggerito le loro bollette e consentito una minore creazione di anidride carbonica, primo gas responsabile dei cambiamenti climatici in atto. In Italia gruppi di strutture aderenti all’Ecolabel Legambiente Turismo sono presenti in 15 regioni (Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto). La natura ringrazia.

Lascia un commento