Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Conti correnti, confronti sui costi via internet

Si chiama ‘PattiChiari’ e sarà il marchio di qualità delle banche: sarà certificato da apposite società esterne al sistema di credito e garantirà l’applicazione di regole più semplici e comprensibili nel rapporto con la clientela. “Si tratta di un passo avanti straordinario delle banche verso i 30 milioni di cittadini che utilizzano lo sportello” ha detto il presidente dell’ABI, Maurizio Sella, presentando il progetto che partirà ufficialmente il 15 ottobre.
Il calendario di ‘PattiChiari’, che si articolerà in 8 iniziative, è serrato. Il 15 ottobre scatterà ‘Faro’, cioè il servizio che consentirà di sapere attraverso un sms o via internet qual è lo sportello Bancomat funzionante più vicino.
Il mese successivo, il 15 novembre, partirà l’iniziativa dedicata più specificatamente ai risparmiatori: l’elenco aggiornato in tempo reale delle obbligazioni a più basso rischio e a più basso rendimento disponibili sul mercato. Dei titoli cioè che nella maggior parte dei casi non oscillano oltre il 5%. L’obiettivo è di orientare i risparmiatori privi di esperienza facendo capire loro che l’investimento più sicuro è anche quello meno remunerativo.
Sempre il 15 novembre verranno rese disponibili informazioni chiare e facili da comprendere sulle operazioni bancarie e subordinate.
A dicembre ‘PattiChiari’ si rivolgerà alle imprese che chiedono prestiti. Sarà definito infatti un ‘manifesto’ con l’indicazione semplificata dei criteri con cui le banche valutano la concessione di prestiti e fidi.
Con gennaio partiranno le iniziative più corpose: innanzitutto il raffronto dei conto correnti bancari. Servizi e costi di ogni istituto bancario saranno disponibili presso gli sportelli e sul sito PattiChiari che sarà attivato dal 15 ottobre.
A metà febbraio partirà il ‘Servizio bancario di base’, un conto corrente senza interessi con tutti i servizi fondamentali (dal bancomat, alla domiciliazione delle utenze, all’accredito dello stipendio) che sarà semplificato al massimo e che costerà pochi euro al mese.
Infine PattiChiari promette la definizione dei giorni necessari per ottenere una risposta sulla concessione di prestiti e dei tempi necessari per incassare gli assegni versati.

Nessun Commento

Lascia un commento