20% di risparmio in bolletta sulle spese di riscaldamento

Dal 15 ottobre inizia il periodo del riscaldamento e per le famiglie sarà un nuovo “salasso”. L’IVA al 10% (invece che al 20%), così come previsto dal DPR 412/93, applicata sia alle spese di riscaldamento che agli investimenti per rinnovare gli impianti, sommata ad un uso razionale dell’energia e ad una maggiore efficienza dei sistemi di riscaldamento/condizionamento, può consentire alle famiglie che vivono in condominio un risparmio del 20% sulla bolletta.
Questo il risultato che si ritroveranno nelle tasche i consumatori che sceglieranno il “contratto servizio energia”, sostenuto dalla legislazione italiana, che permette inoltre di effettuare la riqualificazione degli impianti di riscaldamento utilizzando le risorse economiche derivanti dal risparmio energetico, senza anticipazioni finanziarie da parte delle famiglie, che rappresenta l’ostacolo principale alla realizzazione degli investimenti energetici necessari alla riqualificazione degli impianti di riscaldamento condominiali obsoleti.
Adiconsum, impegnata anche con progetti europei alla diffusione di una cultura rivolta all’uso razionale dell’energia e al risparmio energetico, ha siglato un Protocollo d’intesa con gli amministratori condominiali (ANACI) e con la Rete Nazionale delle Agenzie Energetiche Locali (RENAEL) per far leva sugli amministratori di condominio affinché promuovano assemblee nelle quali valutare i vantaggi del passaggio da un contratto di manutenzione tradizionale ad un contratto servizio energia. Una decisone da prendere oggi, per poter risparmiare già dal prossimo inverno.

Lascia un commento