Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Crac Cirio: importante sentenza a favore dei risparmiatori.

Casalinghe, pensionati, piccoli risparmiatori spesso ignari del rischio a cui andavano incontro con l’acquisizione di titoli privi di rating e prospetto informativo (condizioni essenziale per la collocazione di titoli presso il pubblico). Aggiungiamoci istituti bancari (ben 55) spesso poco professionali, se non compiacenti, ed ecco che 35.000 persone hanno dovuto fare i conti con il volatilizzarsi dei propri risparmi per un totale di 1 miliardo e 150 milioni di euro. Naturalmente le associazioni dei consumatori non potevano non intervenire, chiamando gli istituti di credito a rispondere delle loro azioni di fronte alla legge.
Molte le cause, la stragrande maggioranza ancora in corso, ma proprio in questi giorni da Torino proviene una notizia destinata a far felici molti creditori che attendono ancora il giusto risarcimento: dopo un procedimento giudiziario che ha visto coinvolte 20 persone che avevano acquistato i bond del gruppo alimentare per cifre che vanno dai 5.000 ai 60.000 euro il tribunale del capoluogo piemontese ha condannato il San Paolo IMI a restituire quanto investito oltre gli interessi legali. Le motivazioni sono chiare: nel periodo 2000-2002 la banca in questione non avrebbe adottato alcuna procedura per informare i clienti dell’elevato rischio dell’investimento. Ad aggravare il comportamento va rimarcato il fatto che in quel periodo l’istituto di credito torinese doveva fare in conti con un’elevata esposizione finanziaria nei confronti del Gruppo Cirio (approssimativamente 100 milioni di euro).
Ha detto Paolo Florio, dell’Osservatorio Credito e Risparmio del Movimento Consumatori: “La sentenza è di particolare importanza non solo perché è la prima pronuncia del Tribunale di Torino favorevole ai risparmiatori sugli investimenti nei Cirio bond, ma anche perché fotografa in maniera nitida diversi profili di illegittimità del comportamento tenuto dal San Paolo Imi nella vendita dei bond Cirio”.

Lascia un commento