Firenze: al mercato frutta e verdura con lo sconto

Acquistare frutta e verdura a prezzi super convenienti direttamente al mercato di Novoli. E’ possibile per i cittadini di Firenze, anziani in primis, da venerdì 3 marzo, grazie al ‘Mercato delle opportunità’. Obiettivo dell’iniziativa è dare la possibilità anche a chi ha problemi ad arrivare alla fine del mese di acquistare e consumare alimenti assolutamente necessari per una corretta alimentazione, come appunto i prodotti ortofrutticoli. Per questo l’assessorato alle politiche sociosanitarie del Comune di Firenze ha concordato con la Mercafir e i grossisti che operano nel mercato ortofrutticolo di Novoli questo sistema di vendita sperimentale di frutta e verdura a prezzi molto convenienti. Il Mercato delle opportunità è stato presentato in Palazzo Vecchio alla presenza dei vertici della Mercafir e dei rappresentanti di Confesercenti e Confcommercio. Anche le associazioni di categoria dei commercianti aderiscono infatti all’iniziativa e hanno già avvisato gli iscritti della possibilità: ovvero quella di acquistare la frutta e la verdura destinata al “Mercato delle opportunità” impegnandosi a rivenderla nei mercati di San Lorenzo, Sant’Ambrogio, in alcuni mercati rionali e il martedì alle Cascine a prezzi calmierati. I prodotti saranno identificabili grazie a un apposito contrassegno.
Alla presentazione sono intervenuti anche i rappresentanti dell’Ancescao e dell’Auser. Sì perché l’iniziativa era inizialmente rivolta agli anziani, che spesso con la pensione hanno problemi a fare la spesa, e poi è stata allargata anche agli altri cittadini. Per quanto riguarda l’informazione, l’Ancescao e l’Auser distribuiranno agli anziani un volantino che illustra l’iniziativa con tanto di cartina per arrivare al Mercato di Novoli, che ospiterà la vendita. In più per le persone che vivono da sole l’Ancescao acquisterà la frutta e la verdura per poi distribuirla nei centri anziani. In concreto saranno venduti prodotti di qualità controllata e certificata, che per la logica di mercato attuale basata più sull’immagine che sulla sostanza considera di minor valore soltanto perché sono più piccoli, oppure una forma non regolare, di colore non omogeneo e via dicendo.

Lascia un commento